MPOWER fa bene ai bambini

         Ogni 2 anni l’Organizzazione Mondiale della Sanità stampa il rapporto MPOWER, con indicazioni per gli attivisti e per i governi, per salvare i fumatori e per tutelare chi non fuma; le indicazioni sono frutto del meglio della ricerca sul tabagismo.

       Ora è stato verificato l’impatto di alcune di queste indicazioni sulla salute dei bambini (articolo su The Lancet), questi i risultati :

  “Questa revisione sistematica e meta-analisi forniscono notevoli prove che indicano i benefici per la salute dei bambini associati all’attuazione delle politiche MPOWER. Raccogliendo i dati di 27,5 milioni di nati, 685 000 ricoveri ospedalieri per l’asma e 2 · 3 milioni di ricoveri ospedalieri per le infezioni delle vie respiratorie, abbiamo trovato una riduzione del 3 e 7% delle nascite pretermine, una riduzione del 9,8% nell’ospedale di infanzia ammissioni per l’asma e una riduzione del 18% dei ricoveri ospedalieri per le infezioni delle vie respiratorie inferiori dopo l’attuazione della legislazione senza fumo. Le analisi di sottogruppi suggerivano che i benefici per la salute aumentassero quando venivano applicate le leggi più complete. Abbiamo anche identificato diversi studi che indicano che l’aumento delle tasse sul tabacco e il sostegno governativo per i servizi di cessazione del fumo potrebbero dare benefici alla salute dei bambini.”

Annunci

, , ,

Lascia un commento

E’ pronto MPOWER 2017

    Da pochi giorni è uscito il sesto numero dell’indispensabile MPOWER, edizione 2017, che contiene tutte le indicazioni tecniche e politiche per salvare i fumatori.

MPOWER 2017 copertina no-logo

, , ,

Lascia un commento

Scandalo: Renzi pagato da British American Tobacco

         Secondo Il Fatto (18/07/2017) e altre fonti (Huffington post) l’ex premier Renzi mentre era capo di governo (!) nel 2015 ha ricevuto 150.000,00 Euro da British American Tobacco, e precisamente dalle mani dell’AD di BAT tale Nicandro Durante; i soldi sono stati versati nella fondazione politica di Renzi chiamata “Open”.   Scorrendo l’elenco (clicca) dei contribuenti a questa fondazione, in basso, si legge che BAT ha versato in due momenti prima € 100.000,00 e poi € 50.000,00.  

     BAT versa € 100mila a fondazione Open di Renzi

Il Movimento 5 Stelle ha fatto una interrogazione parlamentare già dal 2015.

       Intrecciare relazioni con le aziende produttrici di tabacco è un comportamento esplicitamente sconsigliato e deplorato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (ad esempio nei documenti MPOWER), e anche da altre agenzie (es. The tobacco atlas).

        Ad esempio il documento MPOWER 2017 a pag.25 scrive che gli Stati devono “prevenire interferenze delle industrie del tabacco”, a pag 35 e 48 che “gli interessi dell’industria del tabacco sono in conflitto inconciliabile con gli interessi delle politiche di salute pubblica” .    Ricordiamo che Renzi ha fatto scandalo anche partecipando all’apertura nel 2015 di uno stabilimento proprio di BAT, pubblicizzando con la sua persona l’evento (clicca), contro le indicazioni di WHO MPOWER, violando il trattato FCTC (Framework Convention on Tobacco Control), infatti a pag. 46 di MPOWER 2017 si legge “… l’articolo 5.3 di WHO-FCTC, il quale richiede agli Stati di «agire per proteggere [la propria salute pubblica] le politiche da interessi commerciali e di altro tipo dell’industria del tabacco» … ”.    A pag. 48 è scritto che separazioni chiamate “firewalls tra il governo e l’industria del tabacco devono essere messi in atto per bloccare i tentativi dell’industria del tabacco di influenzare le decisioni circa il controllo del tabacco e i processi di implementazione, così come prevenire ogni conflitto di interesse tra i membri del governo e i rappresentanti eletti”, invece Renzi ha subito il lobbying di BAT intascando € 150.000,00 .

          Sempre a pag 48 è elencato ciò che un governo che come quello italiano ha ratificato la FCTC dovrebbe fare., e il governo Renzi non ha fatto quasi niente di quanto prescritto da WHO MPOWER:  “aumentare la consapevolezza …. delle interferenze dell’industria del tabacco …. limitare le interazioni con l’industria del tabacco …. rifiutare le partnership … incluso il supporto finanziario e l’endorsement dell’industria del tabacco. … Evitare trattamenti preferenziali all’industria del tabacco. “, sono tutte cose opposte a quanto ha fatto Renzi.

         Con questo atto BAT sponsorizza Open e quindi Renzi (era Presidente del consiglio !), ma il trattato FCTC art 13 ricordato nel documento MPOWER 2017 vieta pubblicità, promozioni, e sponsorizzazioni (pag. 88 ssgg); il documento auspica l’uso di un linguaggio chiaro e non complicato, con “… definizioni non ambigue, un forte monitoraggio” (pag 90)

         Renzi quindi ha sbagliato alla grande e 2 volte; e poi invece di seguire le direttive OMS (MPOWER) non ha avviato iniziative a difesa dei fumatori.

ENGLISH   Regno Unito    According to “Il Fatto” (italian newspaper 18/07/2017) and other sources (Huffington post), former premier Renzi in 2015 received 150,000.00 Euros from British American Tobacco, and precisely from the hands    %

Leggi il seguito di questo post »

, , , , , ,

Lascia un commento

Agiografia del tabacco. Coldiretti e la regione Toscana

          In senso stretto l’agiografia è uno scritto sulla vita di un santo, redatto in stile a senso unico, forte, di ammirazione smisurata per il santo di cui si descrivono senza alcun senso critico miracoli e gesta eroiche.  In senso traslato è il lodare qualcosa di diverso da un santo, con gli stessi toni.

           Proprio una agiografia del tabacco è il testo del 12/6/17 di Agronotizie che cita Coldiretti e la regione Toscana.   Descrive con toni miracolistici e positivi le piantagioni di tabacco come se fosse una pianta normale, scrive che “Il tabacco non è una coltura superata, né un settore secondario dell’agricoltura nazionale. Anzi, l’Italia è il primo produttore europeo. E la Toscana è la regione di punta a livello nazionale e vuole mantenere questo ruolo”.  E’ un testo di vera propaganda, con la sua retorica e la sua sanguinaria ipocrisia.   Nessun accenno alle vittime del tabacco, niente ai danni ambientali (tema della recente Giornata mondiale senza tabacco).     L’OMS e il mondo intero (anche con la FCTC) spingono invece ogni anno, soprattutto questo, alla riconversione delle colture del tabacco.

         Scritto in piena neolingua orwelliana, il brano ci fa capire cos’è il bispensiero di Orwell(1): la capacità di pensare 2 cose che sono in totale conflitto cancellando il problema e cancellando anche il fatto di aver cancellato la cosa: “Anche a livello di rappresentanza il nostro paese ha un ruolo di primo piano, con Gennaro Masiello, vicepresidente nazionale della Coldiretti e già presidente dell’Organizzazione nazionale tabacco, che è stato nominato presidente della Elti, l’Organizzazione interprofessionale europea del tabacco che riunisce gli 11 paesi produttori del vecchio continente.” scrivendo del tabacco come di una pianta normale.   C’è anche il vantarsi anziché il vergognarsi che “L’Italia è il maggiore produttore europeo, coprendo circa un quarto della produzione europea, con circa 90 mila ettari” e poi “In questo panorama la Toscana è la punta di diamante nazionale, con i suoi oltre 1600 ettari in Val di Chiana e in Val Tiberina dove, con 200 aziende,”.      Insomma, la pianta che uccide 210 italiani al giorno viene presentata con toni roboanti e positivi,  una agiografia del tabacco.

(1) Infatti Liberi dal fumo onlus qui raccomanda di leggere il romanzo di Orwell “1984”.

, , , ,

Lascia un commento

Geo (RAI3) – Consigli per smettere di fumare

Dott.ssa Stefania Pasquariello - Policlinico senza fumo

Il 17/01/2017 RAI 3 al programma Geo (clicca) ha mandato in onda un breve filmato (6 minuti) dove la Dottoressa Stefania Pasquariello (psicologa del Centro Policlinico Senza Fumo) spiega un poco la dipendenza da nicotina e come funzionano i corsi per la disassuefazione da fumo.

,

Lascia un commento

Il Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus è il nuovo direttore dell’OMS

Il Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus adhanom-ghebreyesus-100x150[1]

è il nuovo direttore dell’OMS, da ieri 24/5/2017 (clicca); succede alla Dottoressa Margareth Chan che è rimasta in carica per 10 anni.      Liberi dal fumo onlus gli augura buon lavoro !

, ,

Lascia un commento

Si avvicina la Giornata mondiale senza tabacco 2017

        Come ogni anno, il prossimo 31 Maggio 2017 sarà la Giornata mondiale senza tabacco. l’OMS ha già preparato il tema per questo anno e sarà “generale” :  proteggi la salute, riduci la povertà, promuovi lo sviluppo.   clicca sull’immagine per saperne di più (inglese)

WNTD 2017

spot WNTD 2017–OMS

Lascia un commento

Meno fumo nei film: utili informazioni dagli oncologi Altomare e Galetta

       Liberi dal fumo onlus apprende con piacere che i ridicoli e mortali appelli pro-cancro di alcuni ignoranti registi italiani, ripresi dal Fabio Fazio nazional-popolare della RAI, vengono giustamente criticati da chi vuole semplicemente avere meno persone che muoiono di cancro o di infarto a causa del fumo.

Fabio Fazio e la RAI propagandano il cancro da fumo

   Il 10/1/15 il ministro della salute Lorenzin aveva proposto iniziative per ridurre l’esposizione a pubblicità delle sigarette nei film; dopo pochi giorni sono insorti in modo scomposto, ignorante, reazionario e comunque cancerogeno alcuni non-intellettuali del cinema, tra cui Fazio; Liberi dal fumo aveva criticato Fazio e la RAI (articolo).  Si nota ora che tutto viene utilmente seguito da parte di persone e soggetti che vogliono veramente bene alla salute delle persone.  Tutto è apparso in un ottimo articolo (scarica) su Tabaccologia (2015; 4:35-39), dove due persone esperte in materia (Edoardo Altomare, Domenico Galetta, oncologi, autori dell’utile “Cenere di stelle”), giustamente criticano l’uso di inserire pubblicità al fumo nei film.

, , , , , , ,

Lascia un commento

MPOWER 2015 della OMS: una ottima lettura per difendere i fumatori

        Con un po’ di ritardo Liberi dal fumo onlus segnala che è uscita l’edizione 2015 della “Bibbia” sul tabagismo, cioè il rapporto annuale dell’OMS chiamato “MPOWER”  (si trova qui MPOWER 2015  clicca). 

        Come sempre, il rapporto è una miniera di utilissime informazioni per salvare i tabagisti, e proprio per questo viene puntualmente censurato non solo dai media (sempre amici delle aziende di tabacchi), ma anche dal governo.   210 tabagisti italiani muoiono ogni giorno, dimenticati da tutti; un tabagista italiano muore ogni 7 minuti nell’indifferenza totale, anche di chi si ammanta sparlando retoricamente di “etica”, “salute”, “italiani”.  Aiutare i tabagisti è ancora un peccato, un tabù.

, , , , ,

Lascia un commento

Forza Lazio ! il M5S deposita proposta di Legge contro il tabagismo

          A volte i convegni sono un flusso di gente che si parla addosso, che poiché vola basso parla alto.  In genere sono utili, e stavolta abbiamo prova che anche il convegno “Tabagismo. Impatto multidimensionale su salute, economia e ambiente” (organizzato da M5S Regione Lazio e ANP)(20/3/14) è stato utile, utile in concreto.  Perché dopo le “chiacchiere” i Consiglieri Gianluca Perilli e Devid Porrello sono passati all’azione, proponendo una legge contro il tabagismo e PER I FUMATORI, per aiutarli, per salvarli.

 

Devid Porrello  Perilli

    Porello dichiara :

“Abbiamo depositato una proposta di legge di 9 articoli per disciplinare gli ‘Interventi di lotta al tabagismo per la tutela della salute e dell’ambiente’ per integrare la normativa regionale con quello statale e ridurre il numero di fumatori ‘attivi’ e ‘passivi’ e gli effetti sull’ambiente causati dagli scarti del fumo.
La legge prevede la redazione di un ‘Piano regionale per la lotta al tabagismo’ con interventi di prevenzione, tutela dei non fumatori e rispetto della normativa vigente in materia di fumo e la tutela dell’ambiente perché il ‘mozzicone’ rappresenta un rifiuto pericoloso che non può essere trattato con l’indifferenziato. E’ una proposta aperta al contributo di tutti, come accaduto con il registro tumori e con le nostre altre proposte di legge. La politica deve fare la propria parte per aiutare i cittadini a sconfiggere i danni causati da un vizio che arricchisce pochi a spese di tutti.”

Insomma, ottime iniziative per i fumatori. Qui il testo completo della proposta (pdf).

Liberi dal fumo onlus si complimenta con i Consiglieri Gianluca Perilli e Devid Porrello  !!   Sorriso

        

, , , ,

Lascia un commento